Sbiancamento

I denti nel tempo possono assumere una colorazione tendente al giallo. Questo può essere dovuto a presenza di placca batterica e tartaro sulla superficie dei denti, fumo, alcuni alimenti, farmaci, collutori.

Si può sempre fare?

Lo sbiancamento é un trattamento che dà buoni risultati, solo il dottore esegue una corretta analisi del caso, elimina i fattori d’infiammazione e placca, valuta la presenza di otturazioni ingiallite nel settore estetico ed applica la corretta procedura.

Come viene effettuata la procedura?

Dopo aver valutato i punti sopra, verranno prese delle impronte molto precise, su cui poter creare delle particolari mascherine trasparenti, queste verranno usate per circa 15 notti con un apposito gel a base di acqua ossigenata. In seguito in studio verrà fatta un’ulteriore applicazione di un gel di concentrazione diversa che serve per stabilizzare il colore. Il dottore sulla base del risultato ottenuto valuterà l’intervallo in cui, una volta ogni 2/3 mesi, andrà rifatta un’applicazione di mantenimento del colore.

Ci sono effetti collaterali?

Il gel agisce in modo selettivo sulle molecole proteiche che sono responsabili dell’ingiallimento, che si depositano nella struttura dello smalto. Il dente non subisce danni, é possibile comunque durante le prime sedute e nell’ultima avere un pò di sensibilità al caldo e freddo. Questa, quando si verifica (piuttosto raramente) tende a ridursi nel giro di 1-2 giorni.

Quanto dura lo sbiancamento nel tempo?

Se il paziente segue le indicazioni del medico (igiene regolare etc…) a vita!!!

Per maggiori informazioni o per prenotare una visita